Addio recinti per i pascoli: in Mugello si sperimenta un sistema innovativo di gestione degli allevamenti all’aperto

Mandare i bovini al pascolo, senza più recinti e barriere elettrificate. C’è un progetto supertecnologico, recinti virtuali, droni, collari col Gps, ed è stato sperimentato con successo in Mugello. Lo hanno presentato alla Fiera Agricola.

Tra i convegni proposti dalla Fiera Agricola Mugellana 2022 uno di quelli finora più interessanti è stata la presentazione del progetto Vistock – Virtual Fencing, un’iniziativa del DAGRI, il Dipartimento di Scienze Agrarie e Tecnologiche dell’Università di Firenze, finanziato da Regione Toscana, attraverso il Gal-Start con la partecipazione dell’Associazione Regionale Allevatori, ed è stato avviato e sperimentato in due aziende mugellane, la “Valdastra” di Adriano e Umberto Borgioli a Borgo San Lorenzo e l’”Agricomes” di Marradi.

Entrambe allevano centinaia di capi bovini di razza limousine: pascoli di montagna per Sasso – Agricomes, i pascoli in pianura per Valdastra.

Il progetto Vistock è un innovativo e supertecnologico programma di controllo delle mandrie e di gestione intelligente dei pascoli. Collare elettronico, gps, un’app, droni e videocamere, ovvero l’uso della telematica non solo per sapere dove si trova ciascun bovino, ma anche qual è la situazione dei pascoli, con la possibilità di spostare i bovini, ovvero le recinzioni virtuali via computer o con il telefono.

Perché il cuore del Vistock è proprio il “Virtual Fencing” ovvero il recinto virtuale. Basta con i reticolati elettrificati: i confini sono virtuali e un apposito collare, quando si avvicina alla delimitazione emette dei suoni. Se il bovino va ancora avanti ecco una piccola scossa. L’animale torna indietro, e associa il suono alla scossa: dopo qualche tempo, quando sente il suono, reagisce e torna indietro.

L’avviso audio è costituito da una scala di toni che inizia con un tono basso ed aumenta gradualmente man mano che l’animale attraversa la zona di confine. Successivamente viene emesso un impulso elettrico lieve ma efficace. L’animale impara a riconoscere l’avviso sonoro e torna indietro a seguito degli stimoli, per evitare l’impulso elettrico, rimanendo così nell’area di confinamento disegnata. Ma il collare fa molto altro: localizza ogni singolo animale, lo tiene sotto controllo, sia per quanto riguarda lo stato di salute che la fertilità. E con il drone si monitorano i pascoli e la produzione di erba.

I collari hanno un sistema GPS, alimentato ad energia solare, e comunicano con un’applicazione di facile utilizzo e con il portale web tramite la rete mobile, con la quale l’allevatore può verificare gli spostamenti degli animali e modificare in tempo reale i recinti virtuali, consentendo agli animali di accedere a nuove aree. Ed è anche possibile creare zone di esclusione, per chiudere aree del pascolo, in cui si vuole impedire agli animali di entrare.
Ieri si è tenuto un convegno di conclusione del progetto.

Fiera Agricola Mugellana, ancora aperte le prenotazioni per “La Fiera in fattoria”

E’ ancora possibile prenotare per partecipare alla nuova iniziativa proposta dalla Fiera Agricola Mugellana a Borgo San Lorenzo.

Con “La Fiera in Fattoria”, che si tiene sabato 24 e domenica 25, si potrà andare alla scoperta delle aziende agricole e zootecniche mugellane, non solo a Borgo San Lorenzo, ma anche a Firenzuola, Scarperia e San Piero, Vicchio e Dicomano, con itinerari guidati alla scoperta di paesaggi, animali e sapori del territorio.

Una proposta rivolta a tutti, ma in primo luogo a chi il Mugello lo conosce poco, e magari vive in città.

Sono a disposizione, gratuitamente, bus navetta, per raggiungere le aziende, ed è ancora possibile prenotarsi, scrivendo una mail a achille.guastalli@toscanallevatori.it, indicando la giornata prescelta e l’orario, quale meta è preferita e il numero dei partecipanti.

Il luogo di partenza dei pullman sarà all’entrata della Fiera in via Caduti di Montelungo, ovvero il lato nei pressi del ponte sulla Sieve.

Questo il calendario delle visite:

SABATO 24 SETTEMBRE il pullman A, dalle 9:30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18,00

si dirigerà a Firenzuola, prima all’Az. Agr. MARCHI BRUNO IVO E REMO in via di Riccianico, dove è prevista una visita guidata all’allevamento di bovini da latte Bruna Alpina e Frisona, e poi alla COOPERATIVA AGRICOLA FIRENZUOLA dove si visiterà lo spazio aziendale, con possibilità di acquisto e degustazioni varie.

Il pullman B, dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 18:00 sarà diretto invece all’Az. Agr. AGRIAMBIENTE MUGELLO (solo nel pomeriggio) Via la Brocchi, 2 a Borgo San Lorenzo, con visita al primo allevamento in Mugello di bufale con finalità produzione mozzarella biologica. Poi alla STORICA FATTORIA PALAGIACCIO, in via Senni, 40 a Scarperia e San Piero con possibilità di vedere di accarezzare i vitellini, visita allo spaccio aziendale con possibilità di gustare ottimi taglieri del Palagiaccio, e agrigelato per tutti.

Nel percorso c’è anche l’Az. Agr. PALAZZO VECCHIO, in via Piazzano, 41 a Borgo San Lorenzo , con la visita all’allevamento bovini da latte, dove la mungitura viene eseguita con l’aiuto di un robot. Seguita da una visita alla fattoria didattica, con possibilità di acquisto e degustazione di prodotti aziendali.

Infine si sosterà alla COOPERATIVA AGRICOLA FIRENZUOLA – CENTRO CARNI MUGELLO, in via del Progresso, 5 a Vicchio, con visita allo spaccio aziendale e possibilità di acquisto e degustazioni varie.

DOMENICA 25 SETTEMBRE, al mattino, dalle 9.30 alle 12.30 il pullman A condurrà i visitatori alla grande stalla di LIPPI ALESSANDRO E NOCENTINI ROBERTO, in via Villa, 7 a Dicomano, con visita al Centro aziendale che ospita un allevamento di bovini Limousine, e poi all’Az. Agr. IL MULINO di RUDI DREONI, sempre a Dicomano, con la visita agli allevamenti. Ci si fermerà anche alla COOPERATIVA AGRICOLA FIRENZUOLA – CENTRO CARNI MUGELLO a Vicchio, per una visita allo spaccio aziendale con possibilità di acquisto e degustazioni varie

Il pullman B invece al mattino – dalle 9.30 alle 12.30- si dirigerà verso Sant’Agata Mugello, in via di Gabbiano 7, all’allevamento della Soc. Agr. BACCIOTTI GIOVANNA di SANDRA E ROBERTO MONGILI

Visita al centro aziendale, si potrà incontrare gli ovini al pascolo e degustare taglieri con formaggi e altri prodotti aziendali.

Poi la metà sarà VALDASTRA, in via di Cardetole a Borgo San Lorenzo, per visitare non solo le stalle del centro aziendale ai pascoli: una passeggiata nel verde della tenuta tra bovini Limousine e Chianine, ovini Suffolk e cavalli TPR.

E si concluderà con la visita allo spaccio aziendale del CENTRO CARNI MUGELLO – CAF a Vicchio, con degustazioni e possibilità di acquisto.

Si torna sul pullman A dalle 15:00 alle 18:00, e si torna a Piazzano (Borgo San Lorenzo), all’azienda PALAZZO VECCHIO e poi all’Azienda Agricola MARCHI C. in via Marcoiano – La Castellana, 7  a Scarperia e San Piero, dove si terrà una visita guidata all’allevamento Limousine, con possibilità di acquistare e degustare i prodotti aziendali, ed è possibile richiedere una merenda a base di coccoli, salumi vari, calice di vino e bevande.

Infine il pullman B, nel pomeriggio, propone due visite: a Borgo San Lorenzo, all’azienda VALDASTRA, e infine a Dicomano, all’azienda LIPPI E NOCENTINI.

I convegni e gli incontri della Fiera Agricola Mugellana 2022

È assai ricca la parte convegnistica della Fiera Agricola Mugellana 2022. “La Fiera è un momento speciale di incontro tra gli operatori – sottolinea l’assessore alle attività produttive del Comune di Borgo San Lorenzo Cristina Becchi -, un’occasione molto utile per confrontarsi e discutere i temi di maggiore attualità. Da una parte c’è una situazione strutturale estremamente difficile e delicata, con le problematiche legate al fortissimo aumento dei costi di produzione, e questo richiede l’attivazione delle misure più opportune, in modo tempestivo ed efficace. Per questo è fondamentale un confronto costante e una collaborazione concreta tra amministratori pubblici da una parte, e agricoltori e allevatori dall’altra: solo col loro apporto la politica potrà fare le scelte necessarie per contrastare le difficoltà che sono insorte, e dare sostegno alle aziende del settore, per superare questo momento”.

Becchi continua: “D’altro canto sappiamo che il Mugello ha eccellenze agro-alimentari da valorizzare, produzioni di grande importanza, e anche su questo dobbiamo confrontarci per far sì che il patrimonio di risorse e di esperienze che abbiamo in questa terra non sia disperso e sottoutilizzato, ma sia invece reso sempre più uno strumento di sviluppo e di crescita. Per questo i convegni e gli incontri, numerosi, che il programma della Fiera 2022 propone, sono utili e necessari per questo scopo. E ringrazio in particolare l’Associazione Allevatori, le associazioni di categorie e il direttore del Gal-Start Santarelli, per il contributo dato all’organizzazione di tali eventi”.

Si inizia venerdì, alle 8.30, con il convegno sull’olio. Il tema è “La lavorazione delle olive in relazione alla qualità dell’Olio Extravergine di Oliva”. Organizzato da CIA Toscana Centro, è previsto anche un assaggio guidato, e i relatori sono Filippo Legnaioli, membro Presidenza CIA Toscana Centro e Lucia Tacconi, Specializzata in olivicoltura e assaggiatrice olio E.V.O.
Alle 10.30 di venerdì si tiene poi l’incontro con gli allevatori ovicaprini, organizzato dall’Associazione Regionale Allevatori della Toscana in collaborazione con l’Associazione Nazionale della Pastorizia. Relatori sono il direttore ARAT Claudio Bressanutti, Franco Corrias, dell’Istituto Zooprofilattico, Chiara Aquilani , dell’Università degli Studi di Firenze DAGRI, Luca Arzilli, tecnico ARAT e Saverio Grande, Direttore ASSONAPA.
Ancora, alle ore 18:00, viene presentato il Progetto VISTOK: “Virtual Fencing per la gestione di precisione degli allevamenti di bovini da carne – Precision liveSTOCK“. Relatori saranno Stefano Santarelli, direttore GAL Start, e i professori universitari Camilla Dibari, Giovanni Argenti, Chiara Aquilani e Carolina Pugliese, Università degli Studi di Firenze DAGRI.
Alle 21, sempre venerdì 23 è in programma la presentazione del Progetto INNOCALVANA: “Innovazione sociale e zootecnica per la valorizzazione e la salvaguardia della Razza Calvana”. Ne parleranno Stefano Santarelli, direttore GAL Start, Gianluca Stefani, Università degli Studi di Firenze DISEI, Giuliana Giuliani, Presidente APS La Calvanina, Stefano Malavolti, Az. Agr. Il Poggiolo, Riccardo Bolognesi, Soc. Agr. Selva e Francesco Sirtori, Università degli Studi di Firenze DAGRI.

Il convegno principale si tiene sabato alle 10:30. Il tema è “L’allevamento toscano punta all’eccellenza nel benessere animale”, e l’incontro è organizzato dall’Associazione Regionale Allevatori della Toscana
Saranno relatori il sindaco di Borgo San Lorenzo Paolo Omoboni, Roberto Nocentini, presidente AIA e Presidente ARAT, Giovanni Brajon, dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale “M. Aleandri”,Mauro Donda, direttore Generale AIA, Gennaro Giliberti della Regione Toscana, e le conclusioni saranno affidate a Stefania Saccardi, vicepresidente Regione Toscana e Assessore Agricoltura, Caccia, Pesca, Sviluppo Rurale e Montagna.
Altro convegno sabato alle 18.30. Lo promuove l’Associazione Produttori Biologici del Mugello, sul tema “Perché i modelli alimentari globali sono pericolosi: come scegliere un’alimentazione sostenibile in un mondo centralizzato”, mentre domenica 25 settembre alle 10 si terrà un incontro con gli allevatori di bovini da latte organizzato dall’Associazione Regionale Allevatori della Toscana. Moderato da Andrea Begliomini, tecnico ARAT vedrà Giovanni Micheli, tecnico Anafibj parlare dei “Nuovi servizi per il miglioramento genetico e del profitto aziendale dell’allevamento. I nuovi servizi di ANAFIBJ”, mentre il tema “La sanità del latte e della stalla”, sarà curato dall’Associazione Regionale Allevatori Emilia Romagna.

“La Fiera in Fattoria”: alla FAM 2022 arriva l’itinerario guidato alla scoperta del Mugello e delle sue bellissime fattorie

“La Fiera in Fattoria” è sicuramente la novità principale dell’edizione 2022 della Fiera Agricola Mugellana di Borgo San Lorenzo. Sabato 24 e domenica 25 settembre la FAM diventa più grande, molto più grande, e allarga i suoi confini fino a Firenzuola, Vicchio, Dicomano e Sant’Agata. Per la prima volta la manifestazione zootecnica di Borgo San Lorenzo propone un itinerario guidato alla scoperta del Mugello e delle sue bellissime aziende agricole. Una proposta rivolta a tutti, ma in primo luogo a chi il Mugello lo conosce poco, e magari vive in città. Sarà molto semplice: gli organizzatori, Comune di Borgo San Lorenzo e Gal-Start metteranno a disposizione un paio di bus-navetta che trasporterà i visitatori fino alle aziende, alla scoperta di paesaggi, animali e sapori del territorio. È consigliata la prenotazione, inviando quanto prima una mail a achille.guastalli@toscanallevatori.it, indicando la giornata prescelta e l’orario, quale meta è preferita e il numero dei partecipanti. Il luogo di partenza dei pullman sarà all’entrata della Fiera in via Caduti di Montelungo, ovvero il lato nei pressi del ponte sulla Sieve.

SABATO 24 SETTEMBRE il pullman A, dalle 9:30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18,00 si dirigerà a Firenzuola, prima all’Az. Agr. MARCHI BRUNO IVO E REMO in via di Riccianico, dove è prevista una visita guidata all’allevamento di bovini da latte Bruna Alpina e Frisona, e poi alla COOPERATIVA AGRICOLA FIRENZUOLA dove si visiterà lo spazio aziendale, con possibilità di acquisto e degustazioni varie.

Il pullman B, dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 18:00 sarà diretto invece all’Az. Agr. AGRIAMBIENTE MUGELLO (solo nel pomeriggio) Via la Brocchi, 2 a Borgo San Lorenzo, con visita al primo allevamento in Mugello di bufale con finalità produzione mozzarella biologica. Poi alla STORICA FATTORIA PALAGIACCIO, in via Senni, 40 a Scarperia e San Piero con possibilità di vedere di accarezzare i vitellini, visita allo spaccio aziendale con possibilità di gustare ottimi taglieri del Palagiaccio, e agrigelato per tutti. Nel percorso c’è anche l’Az. Agr. PALAZZO VECCHIO, in via Piazzano, 41 a Borgo San Lorenzo , con la visita all’allevamento bovini da latte, dove la mungitura viene eseguita con l’aiuto di un robot. Seguita da una visita alla fattoria didattica, con possibilità di acquisto e degustazione di prodotti aziendali. Infine si sosterà alla COOPERATIVA AGRICOLA FIRENZUOLA – CENTRO CARNI MUGELLO, in via del Progresso, 5 a Vicchio, con visita allo spaccio aziendale e possibilità di acquisto e degustazioni varie.

DOMENICA 25 SETTEMBRE, al mattino, dalle 9.30 alle 12.30 il pullman A condurrà i visitatori alla grande stalla di LIPPI ALESSANDRO E NOCENTINI ROBERTO, in via Villa, 7 a Dciomano, con visita al Centro aziendale che ospita un allevamento di bovini Limousine, e poi all’Az. Agr. IL MULINO di RUDI DREONI, sempre a Dicomano, con la visita agli allevamenti. Ci si fermerà anche alla COOPERATIVA AGRICOLA FIRENZUOLA – CENTRO CARNI MUGELLO a Vicchio, per una visita allo spaccio aziendale con possibilità di acquisto e degustazioni varie

Il pullman B invece al mattino – dalle 9.30 alle 12.30- si dirigerà verso Sant’Agata Mugello, in via di Gabbiano 7, all’allevamento della Soc. Agr. BACCIOTTI GIOVANNA di SANDRA E ROBERTO MONGILI.
Visita al centro aziendale, si potrà incontrare gli ovini al pascolo e degustare taglieri con formaggi e altri prodotti aziendali.
Poi la metà sarà VALDASTRA, in via di Cardetole a Borgo San Lorenzo, per visitare non solo le stalle del centro aziendale ai pascoli: una passeggiata nel verde della tenuta tra bovini Limousine e Chianine, ovini Suffolk e cavalli TPR.
E si concluderà con la visita allo spaccio aziendale del CENTRO CARNI MUGELLO – CAF a Vicchio, con degustazioni e possibilità di acquisto.

Si torna sul pullman A dalle 15:00 alle 18:00, e si torna a Piazzano (Borgo San Lorenzo), all’azienda PALAZZO VECCHIO e poi all’Azienda Agricola MARCHI C. in via Marcoiano – La Castellana, 7 a Scarperia e San Piero, dove si terrà una visita guidata all’allevamento Limousine, con possibilità di acquistare e degustare i prodotti aziendali, ed è possibile richiedere una merenda a base di coccoli, salumi vari, calice di vino e bevande.
Infine il pullman B, nel pomeriggio, propone due visite: a Borgo San Lorenzo, all’azienda VALDASTRA, e infine a Dicomano, all’azienda LIPPI E NOCENTINI.

Gli studenti dell’Indirizzo Agrario del Giotto Ulivi accoglieranno i visitatori.

Fiera Agricola Mugellana: il video della presentazione in Consiglio Regionale della Toscana

La quarantunesima edizione della FAM è stata presentata in Consiglio Regionale della Toscana. Presenti il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo ed i rappresentanti degli organizzatori della Fiera: Cristina Becchi, vicesindaco di Borgo San Lorenzo, Giampiero Mongatti e Stefano Santarelli, presidente e direttore del Gal-Start, Roberto Nocentini, presidente dell’Associazione Italiana Allevatori.

Presentata in Consiglio Regionale la 41esima Fiera Agricola Mugellana

Edizione ricca di novità la 41esima Fiera Agricola Mugellana di Borgo San Lorenzo (Fi), in calendario dal 22 al 25 settembre, e presentata oggi, 20 settembre, nel Media Center Sassoli di palazzo del Pegaso. Vetrina annuale e luogo di incontro tra gli operatori, quest’anno offre tante novità: il ‘Fuori Fiera’, con la visita guidata nelle fattorie della zona; l’asta zootecnica di livello nazionale; il convegno sul benessere degli animali, ma soprattutto c’è il coinvolgimento degli studenti.

Un’occasione, per il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo, per sottolineare il valore di una manifestazione che è un punto di riferimento, e che offre sempre tanti stimoli che consentono di guardare al ruolo dell’agricoltura nel futuro della Toscana come fonte di occupazione e di ricchezza, nella consapevolezza che i prodotti autentici del territorio sono sempre quelli più ricercati.

È un settore che sta vivendo una crisi profonda, ha spiegato il presidente dell’Assemblea legislativa toscana, che richiederebbe ancora maggior sostegno pubblico. Investire in questo settore, ha aggiunto, deve essere una delle priorità, perché la filiera corta, i prodotti di qualità danno il segno distintivo di una regione rispetto alle altre. Di strada da fare ce n’è ancora tanta, ha concluso, e su questo bisogna lavorare tutti insieme. Un evento come questo è anche un momento per accrescere nelle famiglie e nei giovani il consumo consapevole, per conoscere cosa mangiamo e beviamo.

Il presidente del Consiglio Regionale Mazzeo insieme alla vicesindaco di Borgo San Lorenzo Cristina Becchi, il presidente del Gal Start Giampiero Mongatti ed il Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana Allevatori Roberto Nocentini

Il sindaco del Comune di Barberino di Mugello e presidente di Gal-Start Giampiero Mongatti, il gruppo di enti pubblici e soggetti privati che promuove innovazione e crescita economica anche in questa zona, ha dato merito a tutti i partecipanti e organizzatori. Tra gli aspetti evidenziati su tutti il ‘Fuori Fiera’, con una ricerca costante di innovazione, ma nel solco della tradizione di una Fiera importante sui temi dell’agricoltura e della zootecnia strategici non solo per il Mugello ma per tutta la Toscana.

Una vetrina che si allarga, come ha spiegato Cristina Becchi, vicesindaco di Borgo San Lorenzo, con tante novità importanti: il ‘Fuori Fiera’ in fattoria, con dei pulmini che permetteranno ai visitatori di andare a vedere come funziona la vita all’interno delle aziende agricole; ci sarà poi un grande street food contadino, con le aziende che cucineranno in Fiera, potendo così mangiare davvero i prodotti a ‘chilometro zero’; tornerà poi l’asta delle manze, appuntamento atteso soprattutto dagli agricoltori e investimento importante per l’amministrazione locale; ci sarà infine una grande partecipazione della scuola, i due istituti superiori saranno presenti in Fiera con tantissime attività e laboratori.

“La Fiera – aggiunge Roberto Nocentini, presidente nazionale dell’Associazione italiana allevatori – da decenni svolge un ruolo di grande rilievo nella promozione della zootecnia mugellana che ha conseguito, pur nelle sue dimensioni quantitativamente ridotte, importanti successi e riconoscimenti nelle fiere specializzate e sui mercati. E non è un caso che sia qui in Mugello uno dei pochi centri carne della Toscana”.

“Ci piace far conoscere le nostre realtà – ha concluso Nocentini – e per far capire la grande capacità che c’è nel mondo agricolo abbiamo organizzato l’iniziativa delle ‘Fattorie aperte’. Ma ci sono anche tante attività didattiche, un importante convegno sul benessere degli animali e un’asta di manze di altissimo livello. Si tratta di una vetrina importante per la biodiversità della regione”.

Erano presenti alla conferenza stampa anche Stefano Santarelli direttore Gal-Start, Claudio Bressanutti direttore ARA Toscana (Associazione regionale allevatori), Barbara Battistello direttore Coldiretti Firenze/Prato e Sandro Orlandini presidente CIA Toscana/Centro (Confederazione italiana agricoltori).

®Fiera Agricola Mugellana 2022